Abbiamo già visto la storia dei loghi più famosi, di come sono nati e si sono evoluti nel tempo. Vi siete però mai chiesti quali sono i font che vengono utilizzati dai brand più famosi? E perché?
Innanzitutto diciamo che il lavoro di un grafico pubblicitario, a cui viene commissionato un logo, non è compito facile scegliere il font. Dietro alla scelta ci sono diverse decisioni da prendere, tra cui quella di dare un messaggio ben preciso, di rappresentare qualcosa e di creare un significato comprensibile.
 
Lo sapevi che molti brand utilizzano font privati?
In realtà spesso questi font proprietari si basano su caratteri già esistenti. Le modifiche effettuate rendono quindi i font personalizzati e di proprietà.
YouTube
Font logo YouTube
Il carattere utilizzato dal famoso sito di video si chiama Alternate Gothic, progettato nel 1903 da Morris Fuller Benton. Il font venne realizzato per adattarsi ed essere leggebile come titolo all’interno di colonne strette nell’editoria.
Alternate Gothic venne poi abbandonato nell’agosto del 2017 quando YouTube avviò un rebranding utilizzando un font personalizzato: YouTube Sans, creato dall’agenzia di branding Saffron che si ispirava all’estetica del carattere usato in precedenza.
Caratteristiche: leggibilità in ogni dimensione. 
 
Adidas
La società di abbigliamento sportivo scelse come base per il proprio logo il carattere Avant Garde (avanguardia in francese), che è stato uno dei font più influenti del ‘900. Creato da Herb Lubalin e Tom Carnase nel 1970 sulla base del font del logotipo della loro rivista “Avant Garde”. Le forme di questo font ricordano molto l’eleganza degli anni dell’Art Decò, mantenendo un aspetto vintage e allo stesso tempo contemporaneo, grazie alla naturalezza e alla flessibilità delle lettere di cui è composto. Come per il caso precedente il logo definitivo dell’azienda, dopo diverse modifiche, è diventato proprietario e prende il nome di AdiHaus.
Caratteristiche: eleganza, naturalezza e pulizia.
Font logo Adidas
 
Nike
Font logo Nike
Forse uno dei caratteri più famosi in tipografia è quello usato per il famoso brand sportivo: Futura. Progettato nel 1928 da Paul Renner è ormai considerato il font geometrico per eccellenza.
La Nike ha utilizzato le caratteristiche del font canalizzando un messaggio chiaro e diretto. La versione bold descrive la forza, l’inclinazione simboleggia la dinamicità e il font denota stabilità e resistenza. 
Caratteristiche: forza e movimento.
 
Instagram
Il primo font script utilizzato da Instargam si chiama Billabong. Dopo il famoso, e criticato, rebrand avvenuto nel 2016 l’azienda ha deciso di utilizzare un nuovo logotipo creato senza usare nessun font! E’ stato semplicemente progettato per la scritta “Instagram”. Mackey Saturday è partito dal font Billabong in modo che non avesse un forte distacco dal precedente, mantenendo quindi alcuni elementi visivi simili. In questo caso, più che in molti altri, l’idea del logo nasce dall’idea stessa dell’applicazione: dinamico, divertente, energico.
Caratteristiche: originalità e dinamismo.
Font logo Instagram
 
Linkedin
Font logo Linkedin
Il primo font utilizzato è stato Myriad Pro, poi nel 2012 è cambiato con l’Avenir. Non si hanno indicazioni specifiche su chi, tra agenzie o studi di designer, abbia lavorato sul logo di Linkedin. Sappiamo però che l’Avenir è uno dei tanti font progettati da Adrian Frutiger.

Caratteristiche: ispira rispetto e professionalità. 
 
McDonald's
McDonald’s usa da anni il font chiamato Akzidenz Grotesk che è a tutti gli effetti l’antenato dei font più conosciuti di oggi: Helvetica, Univers, Arial, Frutiger e tanti altri.

Prodotto nel 1896 da autore sconosciuto della fonderia tedesca H. Berthold AG e l’attuale versione disponibile è una mutazione di Günter Gerhard Lange degli anni ’50.

Caratteristiche: leggibile, semplice, flessibile e di grande impatto.
Font logo McDonald's
 
Facebook
Font logo facebook
Fino al 2014 il font utilizzato da era il Klavika Bold ma con alcune differenze e variazioni. Il nuovo carattere sembra quasi lo stesso, ma ha alcune differenze sugli angoli di alcune lettere.
Il nuovo carattere non ha un nome, è di proprietà in quanto tale non è disponibile esternamente. È stato sviluppato sulla base di Eric Olson, da Process Type Foundry.
Caratteristiche: poco leggibile per gli utenti dislessici.
 
Google
Nel 2015 Google ha annunciato il redesign del proprio logo. Ad un primo sguardo si può immediatamente notare l'utilizzo di un font sans-serif (senza grazie) per una maggiore leggibilità sugli schermi dei cellulari. 
Il nuovo logo di Google non si basa su nessun font in particolare. Infatti è stato reso “unico” con modifiche e personalizzazioni direttamente dai grafici dell’azienda. E’ innegabile però la somiglianza con il famoso Futura, disegnato da Paul Renner nel 1927, e con il Relish Pro
Caratteristiche: leggibilità in ogni dimensione. 
Font logo Google
 

Scopri i lavori che abbiamo realizzato oppure richiedi una consulenza

Notizie Correlate